Il termine “depressione” viene utilizzato nel linguaggio comune quando si vogliono indicare tristezza, frustrazione, sfiducia e/o apatia. La depressione  o depressione maggiore è un disturbo dell’umore caratterizzato da uno stato psicofisico di profonda sofferenza, che si protrae per un certo tempo (due settimane o più) e che interferisce con il normale funzionamento quotidiano.

Molto spesso chi soffre di depressione non viene compreso dalle persone che gli stanno intorno, anche dai più stretti familiari, che spesso utilizzano espressioni come “basta un po’ di buona volontà per risolvere tutto” o “tirati su e reagisci”.

Il disturbo depressivo è molto diffuso e che circa un terzo della popolazione potrebbe aver sofferto di un episodio di depressione nella propria vita.

Il sintomo principale della depressione è la presenza di tono dell’umore basso per un periodo superiore alle due settimane. A questo si associano sentimenti di autosvalutazione, inadeguatezza, frustrazione, e fallimento seguiti da insonnia, ridotto appetito o ridotta energia.

Possono esserci anche pensieri di suicidio, perdita di speranza, sentimenti di tristezza, pianto e una tendenza a stare nel letto, non uscire, evitare le persone.

I fattori che causano la depressione sono molteplici e possono essere raggruppati in due categorie principali: i fattori biologico-genetici e i fattori psicologici.

Soprattutto in casi di depressione grave, per tutti i fattori fisiologici esposti nella sezione precedente, il trattamento farmacologico risulta necessario, efficace e non provoca dipendenza.

Il solo trattamento farmacologico spesso non si rivela sufficiente e si rende necessario un trattamento psicologico che aiuti il paziente a modificare quei pensieri e comportamenti responsabili del mantenimento del disturbo.  Tra i trattamenti empiricamente fondati la Terapia Cognitivo-Comportamentale è risultata molto efficace per il trattamento della depressione.

La terapia cognitivo comportamentale mira al cuore del disturbo attraverso tecniche scientificamente fondate che hanno un duplice scopo:

  • ridurre i tempi della guarigione
  • ridurre la possibilità di eventuali ricadute in futuro.

Leggi altro sulla depressione

disturbi dell'umore